Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

mattei

Di antica casata benestante di Montecchio, aveva la casa appena fuori le mura del castello lungo la strada della Mulinetta.

Stimato dai suoi concittadini per la generosità e l’attaccamento al proprio paese, fu nominato primo sindaco post-unitario del Comune di Giano per un decennio.

Intervenne anche con mezzi propri per i lavori di risarcimento del castello di Montecchio, promosse il ripristino dell’antica via Flaminia dal Bastardo e i lavori di costruzione del nuovo cimitero.

Indisse la fiera nel giorno 26 Agosto e promosse l’istituzione di un servizio postale.

Profondo conoscitore delle forme di proprietà collettiva si fece parte diligente per l’istituzione della Comunanza Agraria sui terreni agricoli e boschivi di antica tradizione locale.

Riposa nel cimitero di Montecchio nella tomba di famiglia che, essendo estinta, viene accudita dall’attuale Università Agraria riconoscente.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter